COME ESSERE INNOVATIVI SUL POSTO DI LAVORO

Fonte: blog.logicaldoc.it 

L’innovazione è una parola chiave che avrai sicuramente sentito dappertutto. Nel mondo del lavoro, infatti, questa parola è diventata sinonimo di fama, fortuna e soldi, ed è uno strumento che può rendere la tua azienda molto più competitiva. Ma cos'è l’innovazione? Il sito ufficiale della Treccani afferma che l’innovazione sia “ogni novità, mutamento, trasformazione che modifichi radicalmente o provochi comunque un efficace svecchiamento in un ordinamento politico o sociale, in un metodo di produzione, in una tecnica”. Per tradurlo in parole semplici, l’innovazione non è altro che un cambiamento che trasforma o stravolge positivamente una situazione o uno status quo.

Innovare in un'azienda significa ottimizzare i processi, migliorare i prodotti o effettuare qualsiasi cambiamento positivo che possa produrre benessere all'interno e all'esterno dell'organizzazione. Ma come si può applicare l’innovazione ad un'impresa o ad un dipartimento e diventare più competitivi? Moltissime aziende più o meno famose hanno innovato il mondo del lavoro con dei loro prodotti: basta guardare come Facebook, nel 2004, abbia completamente rivoluzionato il mondo dei social media. Quindi devo creare un prodotto rivoluzionario per essere considerato un innovatore? Certo che no! Innovare significa migliorare i processi aziendali e proporre idee originali, interessanti, avanguardistiche.

Ma come si fa ad innovare nella propria azienda o nel proprio dipartimento? Ecco quattro strategie da adottare per innovare nella propria azienda e renderla competitiva.

1- CAMBIA LA TUA MENTALITÀ
Questo sembra essere un consiglio generico e banale, ma l’apparenza inganna! Il nostro cervello tende a riposarsi nella routine, in degli schemi di pensieri già conosciuti e, per questa ragione, trovare lo spazio mentale per innovare è difficile. Innovare significa permettere alla tua mente di accettare idee rischiose. Come già detto, il cervello produce idee sulla base di comportamenti e schemi già visti in passato perché considerati più sicuri. Ma come si può cambiare questa mentalità? Ci sono alcune sfide giornaliere che possono essere preparate per farti uscire dalla routine e pensare “out of the box”.

2- RISOLVI PROBLEMI ALTRUI
Sembra un’idea altruistica, ma in realtà aiutare altri a risolvere problemi aiuta ad espandere le proprie capacità. Molte azioni da noi compiute durante il giorno sono automatiche: questo implica che molte decisioni saranno basate sulla propria quotidianità, e senza alcun pensiero analitico. Aiutare gli altri a risolvere problemi ci obbliga a pensare a soluzioni fuori dalla nostra routine. Questo tipo di comportamento aiuta a migliorare, inoltre, la creatività.

3- LAVORA E INTERAGISCI CON PERSONE DIVERSE DA TE
Nella vita privata e in quella lavorativa, tendiamo a rapportarci sempre con persone che abbiano la nostra stessa mentalità e visione del mondo, perché saranno sempre pronte a supportare le nostre teorie quando necessario. È utile lavorare con persone che ti capiscano e la pensino come te, ma non sempre. Dunque, quando puoi attorniati di persone che hanno una mentalità diversa dalla tua e che abbiano voglia di darti dei feedback. È impossibile crescere senza capire il punto di vista di persone distanti da te. Non sarà semplice adattarsi alle differenze e alla critica ma, allo stesso tempo, si avrà la possibilità di creare processi o risolvere situazioni che prima risultavano impossibili da gestire.

4- ESCI DALLA COMFORT ZONE
Se si è chiusi nel proprio mondo è difficile innovare. Innovazione significa connettere diverse conoscenze che non hanno relazioni tra di loro e creare qualcosa di nuovo ma, per poterlo fare, bisogna avere nuove conoscenze. Impara cose nuove per poterle combinare con vecchie esperienze. Leggi nuovi giornali, segui nuovi corsi e seminari oppure informati tramite delle fonti che non avevi mai utilizzato prima. Non hai bisogno di diventare un esperto in altri campi, ma semplicemente di avere un’infarinatura relativa a delle nuove conoscenze.