L'ELASTICITÀ COME IMMANCABILE REQUISITO: 4 CONSIGLI

Quante volte, tra i requisiti richiesti per un impiego, troviamo la parola “flessibilità”? Una preziosa soft skill sempre più ricercata nei lavoratori. Ma si può imparare ad essere elastici? Ecco alcuni suggerimenti.

👉 PROPONI SOLUZIONI ORIGINALI
I lavoratori flessibili sono capaci di ragionare in modo alternativo quando la loro prima idea proposta viene scartata. Proponendo nuove soluzioni si dimostra di essere in grado di accettare l’insuccesso e di andare avanti. In altre parole, si dimostra di essere elastici!

👉 ACCETTA IL CAMBIAMENTO
In molti trovano nelle novità un motivo di stress e disagio. Ma il cambiamento fa parte del mondo del lavoro, soprattutto al giorno d’oggi, ed essere capaci di affrontarlo è fondamentale. Un modo per imparare a farlo è iniziare a vedere le novità come una normale consuetudine: il cambiamento diventa così un quotidiano step del processo lavorativo. Inoltre, imbattersi in cose nuove è spesso l’occasione per acquisire nuove competenze e fare nuove esperienze utili in primis per te stesso.

👉 KEEP CALM!
Per dimostrare elasticità è necessario mantenere la calma anche nelle situazioni più stressanti. Ad esempio, fare rapidamente una scelta dinanzi ad una sfida improvvisa, dimostra un gran senso di elasticità mentale! La capacità di adattarsi è indispensabile per responsabili e capi dipartimento, in quanto saper gestire le situazioni aiuta tutta l’organizzazione a lavorare in un clima sereno.

👉 ELASTICITÀ… MA NON A TUTTI I COSTI
Infine, c’è da dire che un eccesso di flessibilità può diventare controproducente e deleterio per te e per il tuo lavoro. A volte vogliamo dimostrare di essere adattabili ad ogni costo. Ma questo atteggiamento rischia di causare rapidamente un burnout e un senso di frustrazione per i troppi sacrifici fatti. Dunque, impara a dire no! Anche questo è sinonimo di elasticità mentale.