LAVORO DIGITAL: LE SKILLS PER STARE AL PASSO COI TEMPI

Fonte: www.trend-online.com – Marta Lavelli

La tecnologia ha rivoluzionato, e continua ancora oggi ad innovare, il mondo del lavoro rendendolo sempre più “digitale”. Questo ha creato nuove professioni che sono in costante evoluzione e richiedono, di conseguenza, competenze digitali sempre più aggiornate. Scopri come essere competitivo nel mondo del lavoro e quali skill sono più richieste!

Negli anni si sono susseguiti numerose rivoluzioni tecnologiche grazie all’inventiva dell’uomo che ha, man mano, ampliato le sue conoscenze e competenze raggiungendo impensabili traguardi. Più progrediamo, maggiore è l’impatto delle nuove scoperte sul nostro mondo e sul nostro modo di vivere. 

IL NUOVO SCENARIO LAVORATIVO: LA DIGITALIZZAZIONE
L’avvento di internet ha portato ad un esponenziale aumento della presenza della tecnologia nel lavoro. La parola chiave di questi anni è “digitalizzazione”. La comunicazione, l’archiviazione, il commercio e perfino gli incontri sono passati al digitale. Per la maggior parte delle mansioni serve un computer e di conseguenza le corrispettive competenze. Abbiamo già visto come questo processo porti sia distruzione che creazione di posti di lavoro. Ma la variabile più importante in tutto ciò è riuscire a sfruttare questi cambiamenti a proprio vantaggio, sia in termini di industria che in termini di formazione del lavoratore. 

LE COMPETENZE PIÙ RICHIESTE DAL MERCATO DEL DIGITALE
La tecnologia ha apportato importanti e necessari cambiamenti in ambito lavorativo, richiedendo nuove capacità che sono oggi essenziali per poter competere sul mercato del lavoro. Ovviamente, ogni mansione ha le sue specificità, ma in generale è utile avere un’idea delle competenze di base utili per approcciarsi ad un lavoro sempre più digitale.

Innanzitutto, è necessaria una profonda conoscenza verticale dei processi inerenti al lavoro digitale per cui ci si propone. La digitalizzazione e la conseguente velocizzazione delle operatività ha generato un’estrema integrazione tra le diverse mansioni necessarie a concretizzare una determinata attività. Questo rende essenziale la conoscenza di tutte le singole fasi per avere una visione completa del proprio lavoro.

Inoltre, si richiede un'agilità all’interno di quei software ormai essenziali in ambito digital. È fondamentale essere in grado di operare sui siti web, sui social, sulle piattaforme di analisi dati, tutti luoghi virtuali che oggi sono estremamente utilizzati nella gran parte delle mansioni digitali. Tali conoscenze e competenze devono essere pre-esistenti e quindi è necessario acquisirle autonomamente. Le aziende, inoltre, valutano la sussistenza di esse analizzando direttamente i social o il sito internet del candidato. In questo senso, si ricercano nuove figure professionali sulla base della capacità di auto-promuoversi e di fare “personal branding”. Questo è il miglior modo per dimostrare le proprie abilità in fatto di digitale.

Infine, si richiedono particolari attitudini individuali come l’apertura mentale verso il cambiamento. È necessario riuscire a stare al passo con i tempi e quindi acquisire una capacità di evoluzione personale che segua e talvolta prevenga quella della tecnologia. In quest’ottica è fondamentale aggiornare frequentemente le proprie competenze e conoscenze, mantenendo la propria mente agile, aperta e attiva. Per fare un esempio, la lingua inglese è oggi fondamentale in qualsiasi tipologia di lavoro, anche al di fuori del contesto multinazionale, perché molti testi e piattaforme utili per le operatività sono appunto in lingua inglese.