NESSUNA ESPERIENZA LAVORATIVA? 3 PUNTI DA SOTTOLINEARE NEL CV

Devi inviare il tuo curriculum vitae ma non hai esperienze lavorative da inserire? Non temere, il tuo problema accomuna milioni di giovani. Se stai ancora studiando o se hai appena concluso gli studi, è molto probabile che tu non abbia ancora avuto esperienze professionali. Tuttavia, ci sono altre strade per risultare un profilo interessante agli occhi del selezionatore. Prenditi del tempo, mettiti davanti al pc, apri un file Word e inizia a riflettere!

1. PRESENTAZIONE DI SÉ
Perché un recruiter dovrebbe selezionarti per un colloquio? Spiegalo parlando brevemente di te. Inserisci nel CV una sezione dedicata in cui racconti:

👉 Chi sei
👉 In cosa sei diplomato/laureato
👉 In quale settore professionale vorresti collocarti e perché

❗ NB: Quando invii una candidatura, personalizza questa descrizione specificando perché sei interessato a quella particolare mansione o azienda.

2. PRINCIPALI ATTIVITÀ SVOLTE
Corsi di formazione, tirocini, esperienze all’estero, percorsi di volontariato, sono attività da valorizzare. Le modalità con cui decidiamo di impiegare il nostro tempo libero possono essere una guida importante per il recruiter. Puoi dividere queste attività in due sezioni.

ISTRUZIONE E FORMAZIONE
👉 Diploma/laurea (anche se ancora in corso)
👉 Corsi di formazione
👉 Tirocini

ESPERIENZE
👉 Lavoretti estivi
👉 Lavoretti svolti durante il periodo universitario
👉 Esperienze all’estero
👉 Esperienze di volontariato
👉 Attività sportive

❗ NB: Metti in evidenza soprattutto quelle esperienze nelle quali hai sviluppato hard e soft skills inerenti al profilo per il quale ti stai candidando.

3. GLI EVERGREEN DI UN CV EFFICACE
Ricorda sempre che per essere accattivante, un curriculum deve:
👉 Essere sintetico;
👉 Presentare un layout chiaro e ordinato, in cui è semplice individuale le informazioni principali;
👉 Riportare una nostra foto piuttosto formale e di buona qualità.