COME METTERE IN LUCE UN PROFILO SENIOR

Fonte: infojobs.it

Il “core” del CV non può essere trascurato, soprattutto quando la nostra figura professionale è già strutturata e vantiamo anni di esperienza alle spalle.

Come fare per comunicare con efficacia le nostre competenze?

👉 ESPERIENZA PROFESSIONALE
Quando si hanno alle spalle diversi anni di esperienza lavorativa è consigliabile presentare le esperienze principali, concentrandosi meno sull’inizio della nostra carriera. In questo modo il CV è più breve (in linea generale è consigliabile non superare le 2 pagine totali) e trasmette al recruiter un quadro chiaro e definito dei ruoli e dei settori in cui hai avuto modo di specializzarti.

👉 DESCRIZIONE RUOLO RICOPERTO
Completa, per ogni esperienza lavorativa inserita, una breve descrizione che riporti concretamente quelle che sono state le mansioni svolte e le responsabilità, anche con esempi pratici. Compilare con cura tutti i campi richiesti, sia quelli obbligatori che opzionali, darà maggior chiarezza al tuo CV e permetterà al recruiter di valutare più precisamente il tuo background professionale.

👉 CANDIDATURA MIRATA
È importante che ci sia coerenza tra le esperienze lavorative attuali e passate e le posizioni aperte alle quali invii la candidatura. Avrai maggiore probabilità di essere valutato positivamente per la posizione aperta, poiché per i profili senior viene richiesta quasi sempre un’esperienza pregressa e consolidata nel ruolo.

Designed by Freepik