Header_news

PROFILI “INTROVABILI”: SIAMO SUL SOLE 24 ORE

Icon_candidate_small

16 Dicembre 2020

Share

Fonte: Il Sole 24 Ore 24+

Il costo delle lauree «inutili»: ecco i profili occupazionali introvabili in Italia
Il gap tra domanda e offerta di lavoro può costare caro: secondo Boston Consulting Group il 10% del Pil mondiale nel 2020. Dal digitale alla sanità, dall’industria all’ambiente: quali sono le posizioni più difficili da coprire per le imprese. I numeri fanno impressione: 1,3 miliardi di lavoratori in tutto il mondo, uno su tre nei Paesi Ocse: tutti “affetti” da under o over education, due ingredienti dello skill mismatch, fenomeno che si realizza quando mancano le competenze “giuste” per svolgere una determinata attività perché se ne hanno poche o addirittura troppe, oppure si tratta di “field of study mismatch”, mancanza di “doti” adeguate per operare in settori specifici.

Così il mondo del lavoro sembra fatto di tanti tasselli che non si incastrano: da un lato mancano profili qualificati e altamente specializzati verso i settori in forte sviluppo e dall’altro non si trovano candidati per una serie di opportunità in ambiti più tradizionali, legati soprattutto a mestieri e lavori manuali, che offrono buone occasioni di occupazione.

Effetto Covid
Le aziende ricercano ormai competenze sempre più specifiche e verticali, sondando il mercato in cerca di profili estremamente peculiari e difficilmente rintracciabili. Senza contare poi l’effetto Covid. «Rispetto al numero complessivo di ricerche  – spiega Giuliana Zucchetti, Direttore Selezione e Servizio Italia di SGB Humangest – il virus ha certamente influenzato i trend per quel che riguarda il valore assoluto, ma ha portato con sé anche un aumento considerevole dello skill mismatch, dato dal fatto che le aziende ricevono moltissimi profili di candidati, troppo spesso non in linea con le competenze effettivamente richieste per la posizione ricercata. Per quanto riguarda i profili tecnici e specializzati, le competenze hard restano un punto chiave e fondamentale in fase di assunzione; per altre mansioni, per esempio in ambito commerciale, riscontriamo un’apertura crescente da parte delle aziende nella selezione di profili con alcune competenze diverse rispetto al profilo inizialmente ricercato».

POTREBBE INTERESSARTI…
? SGB University, i nostri percorsi di alta formazione
? SGB Welfare, i nostri strumenti di welfare
? SGB Life, il nostro Manifesto Culturale
? La nostra certificazione Top Employer 2021
? Le opportunità di lavoro targate Humangest

 

Icon_candidate_small
Trovare lavoro nel 2024: skills e professioni in più rapida ascesa

giovedì, 8 Febbraio 2024

Evoluzione e Innovazione sono i due volti che caratterizzano il presente e il futuro scenario lavorativo, in Italia e all’estero, nel 2024. Il cambiamento si percepisce dalle modalità in cui lavoriamo, dalle competenze richieste e da quelle desiderate, se vogliamo avere una marcia in più. I dati LinkedIn ci mostrano che “gli skill set richiesti […]
Icon_candidate_small
Competenze Digitali: richieste ad oltre 2 milioni di neoassunti

lunedì, 29 Gennaio 2024

L'articolo de Il Sole 24 Ore, pubblicato mercoledì 10 gennaio a firma di Marco Morino e Claudio Tucci, fotografa uno spaccato dell'attuale mercato del lavoro, in cui le competenze digitali vengono richieste ad oltre 2 milioni di neoassunti.

Vuoi saperne di più?

Trova la tua filiale!

Contattaci